Leggo oggi che Acer ha deciso di fornire una procedura per il rimborso del sistema operativo Microsoft! Ne approfitto quindi per scrivere come fare con Acer e come comportarsi in generale per avere un rimborso!

Bad Vista

Iniziamo con Acer che ha messo a disposizione una procedura “automatica” di rimborso per la copia di Windows pre-installata! Diciamo subito che la procedura vale entro 30 giorni dall’acquisto del portatile (quindi io sono fuori!😥 anzi… ho pure disinstallato e perso quella presente… sono totalmente fuori direi…), e il rimborso avviene in 5 giorni lavorativi, anche se l’entità non la conosco (bisogna telefonare al Call Center), perché comunque dipende dalla versione di Windows installata!
La pagina con le informazioni su come procedere è questa, comunque i passi da seguire sono questi: chiamare il call center, organizzarsi su come procedere con costi e rimborsi, infine compilare questo modulo allegando cd del Windows e certificato d’acquisto. I costi di spedizione sono a carico dell’utente e comunque l’operazione comporta la perdita della garanzia software!

Prima di scrivere come comportarsi in generale voglio però citare il caso di HP, denunciata dall’ADUC (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori) per averle rifiutato il rimborso di Windows XP Home Edition su un portatile Compaq (proprietà di HP). Svoltasi a Firenze la sentenza ha visto il giudice di pace affermare che il sistema operativo e l’hardware sono scindibili, quindi ora HP si ritrova a dover rimborsare l’ADUC. Se siete interessati qui c’è il testo della sentenza, mentre qui c’è lo svolgimento dei fatti!

Se invece volete avere un rimborso il testo pronto si trova qui, sempre reso disponibile dall’ADUC!😀

Ah, anche ASUS si è dimostrata disponibile nel rimborso, qui un articolo preso da punto-informatico.it che descrive come sono andati i fatti!