Leggendo la mailing list del salug mi sono imbattuto in questa ottima spiegazione su come fare una copia di backup della partizione dati Windows utilizzando gli strumenti standard di ogni distribuzione! Sotto Windows XP e Vista esistono già dei tool per il backup (beccatevi questo post a proposito del vista e questo per xp), ma se non ho capito male pasticciano un pò pure con le partizioni (a volte le formattano …)!

In pratica il ragionamento è molto simile a quello fatto nel post per creare un backup di linux (ricordate?), solo che stavolta potremmo evitare di utilizzare una distribuzione live e al posto di tar con l’attributo preserve utilizzeremo dd passato in pipe a gzip!

La creazione dell’immagine:

I comandi da utilizzare sono i seguenti (bisogna essere root, quindi utenti Ubuntu utilizzate sudo su - ):
#PARTWIN=/dev/hda1
#mount -o remount,ro $PARTWIN
#dd if=$PARTWIN |gzip -c - > backup_windows_blablabla.gz

Quello che facciamo è

  1. inserire nella variabile $PARTWIN (ricordatevi che nell’assegnazione il $ non si usa) il percorso con la partizione dove è presente Windows
  2. rimontare la partizione in sola lettura per evitare eventuali rogne in caso di errore
  3. prendere paro paro il contenuto della partizione, passarlo al programma di compressione gzip e riversarlo nel file backup_windows_blablabla.gz, ricordate di dare un nome significativo ed una data al vostro file di backup, torna molto utile!

Il problema di questo approccio è la dimensione che andrà ad occupare il file di backup, infatti questa non sarà proporzionale allo spazio occupato (come con tar per linux) ma alla dimensione della partizione in cui risiede Windows!

Un modo per arginare in parte questo problema (abbiate presente che dd prende tutta la partizione, file recentemente cancellati inclusi!) è quello di creare un file pieno zeppo di zeri che andrà presumibilmente a sostituire i byte dei file cancellati di recente! Questo giochetto permetterà una compressione migliore a gzip!
Ed ecco quindi il codice (sempre da root), non lo spiego perché è molto elementare:
#ZEROFILE="/mnt/windows/tuttizeri"
#cat /dev/zero > $ZEROFILE
#rm $ZEROFILE

Il recupero della partizione:

Ora che Windows è andato a farsi benedire al posto di rimettersi ad installare tutti i driver e i software (guardate che i giochi sono software!) potrete avere tutto funzionante con questi comandi (sempre root):
#PARTWIN=/dev/hda1
#umount $PARTWIN
#gzip -d
backup_windows_blablabla.gz > $PARTWIN

Eventuali problemi:

Questo metodo non è ancora stato testato da me (provvederò al più presto!) ma mi è sembrato molto logico e lineare! Così, ad occhio, direi che l’unico problema potrebbe essere la dimensione occupata dal file di backup, ma per il resto dovrebbe filare tutto liscio, UUID inclusi! In più si possono sempre utilizzare le distribuzioni live, sempre utili in questi casi!😀

Conclusioni:

Finalmente ora potremmo creare backup in maniera semplice e (soprattutto) gratuita del nostro Windows! Prima ho sempre sentito parlare di Norton Ghost (mai utilizzato perché non mi garba l’idea che sia sempre lì in esecuzione) e di pochi altri software, ora ho la soluzione!😀